"C’è un accanimento sull’Inter mai visto prima, per questo dobbiamo fare un fronte unico. E spero che tutti siano sulla stessa barca...". Queste le parole di ieri di Antonio Conte dopo la vittoria scaccia-crisi col Sassuolo. Un successo importante, a cui il tecnico nerazzurro ha voluto aggiungere parole forti. "All’Inter non è facile. Qui nulla è semplice: all’Inter non si vede l’ora a prescindere di buttare addosso negatività su tutto l’ambiente. Ho allenato tante squadre, ma non ho mai visto questo accanimento a prescindere, che condiziona anche i giocatori", ha attaccato ieri Conte.

"Antonio Conte sente forte il rumore dei nemici, quel senso di accerchiamento che caricava a molla José Mourinho - sottolinea Tuttosport -. A dire la verità, ieri ha sentito pure il fuoco amico, visto che la mattinata era stata squassata da due notizie tutt’altro positive, il nuovo stop per una (debole) positività di Brozovic e soprattutto lo striscione della Curva Nord che invitava, in modo colorito, la squadra a onorare la maglia e a onorare gli attributi. Un cocktail micidiale, a cui l’Inter ha risposto a Reggio Emilia con uno 0-3 sul Sassuolo rotondo nel risultato e nel modo in cui la squadra ha aggirato un possibile trappolone, questo grazie (anche) all’accorgimento di piazzare Barella a protezione della difesa".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 29/11/2003: CRUZ "MATA" LA SIGNORA, MARTINS COMPLETA L'OPERA

Sezione: Rassegna / Data: Dom 29 novembre 2020 alle 09:40 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print