L'Inter non riesce ad andare oltre il pari a Kiev e la Gazzetta dello Sport sottolinea il problema attuale dei nerazzurri, che creano tantissimo ma raccolgono poco. Una sproporzione che si nota da tempo, ormai. "C’è anche una spiegazione fisica, oltre la diagnosi. Lukaku e Lautaro, dal momento del rientro dopo la sosta per gli impegni con le nazionali, non hanno mai avuto respiro - si legge -. Perché Sanchez di fatto non c’è mai stato. Il cileno è entrato nel finale del derby con il Milan, poi si è bloccato dopo un tempo contro il Borussia, per un problema muscolare. Dei giocatori di movimento, dunque escluso Handanovic, Lukaku e Lautaro sono rispettivamente il primo e il terzo calciatore per numero di minuti giocati (605’ il belga, 472 l’argentino). Non è automatico ma è abbastanza logico pensare che si possa pagare qualcosa in termini di lucidità, specie quando gli impegni si accumulano e sono assai ravvicinati come in questo periodo. L’assenza di Sanchez è pesante, lo è stata ancor di più ieri a Kiev dentro una partita molto bloccata tatticamente, con gli ucraini chiusi a difesa del risultato".

Sezione: Rassegna / Data: Mer 28 ottobre 2020 alle 09:24 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print