La Gazzetta dello Sport oggi propone un'analisi approfondita sugli sponsor di maglia della squadre di Serie A. "Stranamente al comando degli incassi non c’è una big ma il Sassuolo, grazie alla maxi-operazione di antica durata con la controllante Mapei: 18 milioni l’entità del contratto che oltre alla sponsorizzazione della maglia include l’intitolazione dello stadio e del nuovo centro sportivo. D’altronde il patron Squinzi è uno degli ultimi mecenati del calcio italiano... Poi vengono le grandi: Juventus 17, Milan e Roma 14, Inter 10,5, Napoli 9".

Sui nerazzurri, la rosea puntualizza: "Bianconeri e nerazzurri si trascinano contratti, entrambi in scadenza nel 2021, ormai non più aderenti all’attuale valore commerciale dei club, in fase di crescita globale. Pirelli elargisce ricchi bonus ma l’Inter aspira a molto di più".

"I cosiddetti sleeve sponsor (marchi sulle maniche) hanno attecchito in provincia ma non tra le grandi, a dispetto di quanto è avvenuto in Premier dove Arsenal, Manchester City e United incassano oltre 10 milioni a testa - si legge -. D’altronde, le inglesi sono di un altro pianeta: il valore complessivo delle sponsorizzazioni di maglia della Premier (440 milioni, fonti Sporting Intelligence e offthepitch.com) è il quadruplo di quelle della Serie A. Sconfortante".

Sezione: Rassegna / Data: Gio 22 Agosto 2019 alle 09:46 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print