Tra innovazioni tattiche, scommesse sui giovani talenti e l'addio definitivo a Gabigol: Antonio Conte cerca la ricetta giusta per rilanciare l'Inter dopo i due ko di fila e una sosta indigesta. La Gazzetta dello Sport immagina il progetto di rilancio ideato dal tecnico nerazzurro attraverso riferimenti "politici".

PIANO DI STABILITÀ - L’Inter ripartirà all’assalto della vetta in questo ciclo terribile di 7 gare in 21 giorni (Champions compresa) affidandosi alla propria spina dorsale: Handanovic in porta, De Vrij a comandare la difesa e le uscite palla a terra dal basso, Brozovic come catalizzatore, Sensi (rientrato ieri in gruppo dopo l’infortunio subito con la Juve e che probabilmente andrà in panchina col Sassuolo per esserci col Dortmund) a inventare dalla trequarti in su e Lukaku terminale offensivo.

RISTRUTTURAZIONE - Il marchio di Conte sulla sua Inter è stato chiaro dal principio: no a personalismi, perché la prima regola nello spogliatoio deve essere «il noi davanti all’io». Anche per questo la squadra è stata assemblata partendo dalla base forte dello scorso torneo ma allontanando chi aveva creato problemi al gruppo. In estate sono partiti Nainggolan, Perisic e soprattutto Mauro Icardi. Serviva un vento nuovo e la ristrutturazione dell’Inter è cominciata da lì. 

NUOVI FONDI - La parte economico-fiscale di ogni manovra è fondamentale. E nell’Inter è diventata la stella cometa: squadra di qualità ma con conti in ordine. Tradotto: si compra se si vende. E allora a gennaio l’operazione più delicata sarà quella di Monetizzare la cessione di Gabigol e con quel tesoretto acquistare uno (magari top) o due giocatori per l’ultimo salto di qualità. Il Flamengo per Gabigol ha pronti 22 milioni più bonus: ma piace a molti in Europa e l’Inter aspetta.

INNOVAZIONE - Gli infortuni costringeranno Conte a cambiare più del previsto (voluto), soprattutto la lunga assenza di Sanchez spingerà per trovare nuove soluzioni offensive. Il tecnico ha sempre detto che questa squadra può giocare con due sistemi soltanto: il 3-5-2 resta il riferimento e il 3-4-2-1 l’alternativa. Quest’ultima si è già vista con Politano in campo e Sensi avanzato sulla trequarti. Senza il cileno, le punte a disposizione sono solo due (Lukaku e Lautaro) e allora serve trovare altre strade per sfruttare al meglio tutti gli elementi della rosa. Lazaro, ad esempio, da esterno di fascia sembra patire in fase difensiva e col nuovo sistema potrebbe sfruttare l’abilità nell’uno contro uno e candidarsi a uomo assist.

BONUS BEBÈ - La conferma in estate di Alessandro Bastoni è stata una precisa richiesta di Conte alla società ed è stato lo stesso tecnico a raccontarlo anche in tv: difensore giovane ma di personalità, che ama l’anticipo e non trema nell’impostazione. Centimetri e muscoli al servizio della squadra, con la possibilità di crescere dietro a tre big del calcio mondiale come Godin, De Vrij e Skriniar. Discorso a parte merita Sebastiano Esposito, 17 anni, potenziale nuovo fenomeno del calcio italiano. È stato Conte a dirgli che non sarebbe andato al Mondiale U17 perché l’Inter ha bisogno anche di lui. La cosa che non gli ha mai detto probabilmente è che ha i colpi del predestinato, giocate da grande numero 10 unite a un senso del gol da 9 d’esperienza. Dicono che Conte rimanga colpito sempre più ad ogni allenamento: chissà se stupirà subito anche San Siro.

MADE IN ITALY - Una volta era l’Internazionale di Milano. Oggi è più InterNazionale, con una buona base di giocatori italiani da dare al gruppo di Roberto Mancini. Il k.o. di D’Ambrosio con gli azzurri non incrina il feeling ritrovato con la Nazionale, che può contare su Barella (foto Getty) e Sensi, che in passato ha contato su Candreva e che nell’ultimo anno ha anche visto protagonisti Gagliardini e Politano. E poi il futuro è azzurrissimo, con i baby d’oro Bastoni ed Esposito.

VIDEO - SOMBRERO E TIRO AL VOLO, LAUTARO CERCA IL SUPERGOL CONTRO L'ECUADOR

Sezione: Rassegna / Data: Ven 18 Ottobre 2019 alle 09:33 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print