La definizione dell'affare relativo a Joao Mario è distante delle ore, al massimo dei giorni, ma la sua costruzione è ben più lunga, da quanto fa sapere la Gazzetta Sportiva odierna. Il d.s. interista Piero Ausilio ha lavorato a fari spenti, anche quando i più ritenevano che il fresco campione d’Europa fosse destinato a sparire dai radar del presidente Thohir.

"La missione interista parte da lontano, dai primi giorni di luglio ed è stata finalizzata da Kia Joorabchian (agente del giocatore e uomo di fiducia della proprietà cinese) fermatosi lungamente nella capitale portoghese per definire formule e dettagli del super colpo voluto da Suning e avallato da Frank de Boer: prestito oneroso (sui 10 milioni) e obbligo di riscatto a 35. Un affare da 45 milioni, un modo per certificare le intenzioni di rilancio interiste". 

Sezione: Rassegna / Data: Dom 14 agosto 2016 alle 10:12
Autore: Gianluca Scudieri / Twitter: @JeNjiScu
vedi letture
Print