Il secondo posto vale per il blasone, ma anche per il portafoglio visto che tra la piazza d'onore e il quarto classificato ballano circa 10 milioni. Per Conte - secondo la Gazzetta dello Sport - significherebbe il timbro ufficiale sul lavoro realizzato. Poi testa all'Europa League, possibilmente per arrivare fino in fondo. "Invece, arrivare quarti e farsi eliminare dalla terza coppa stagionale ad opera del Getafe sarebbe profondamente diverso rispetto a un secondo posto e a una Europa League vinta - sottolinea la rosea -. E diverso sarebbe il giudizio finale. Vincere a Bergamo, in una sorta di finale, contro una squadra di grande qualità, che non perde dal 20 gennaio, sarebbe il segnale di una svolta. Perché è qui che Conte chiede all’Inter di crescere: negli scontri diretti, negli snodi chiave dove invece i nerazzurri hanno perso troppi punti". 

Sezione: Rassegna / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 10:28 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print