"Gennaio mercato di opportunità", ha ripetuto fino alla nausea Marotta, copiato da Conte. E allora servono elementi pronti, perché l'Inter vuole davvero assaltare il trono della Juventus. "Marcos Alonso costava troppo, allora ben venga Young prima e Spinazzola poi, comunque già esperto di Serie A e di difesa a tre - spiega la Gazzetta dello Sport -. Va benissimo Giroud, da lui già allenato, la famosa «occasione a buon mercato». E in mezzo però sì che sarebbe servito Vidal, l’uomo che scende dalla scaletta dell’aereo e un minuto dopo va in campo. A patto di essere rapidi con la trattativa, perché più allunghi i tempi più l’acquisto diventa un miraggio. E qui ci sono anche le ragioni della proprietà. Di un Marotta naturale punto di collegamento tra il suo allenatore e le esigenze della famiglia Zhang. I conti restino in equilibrio, oggi e in prospettiva futura: se questa è la stella polare, sì al rinforzo ma meglio Eriksen di Vidal. Meglio l’investimento su un 27enne, piuttosto che un’operazione a fondo perduto. Il cileno o il danese, alla fine il tema di discussione si riduce a questo. Sul primo c’è il certificato di garanzia, sul secondo serve comunque del lavoro. Ma oltre a Vidal, anche a Eriksen - e non a Sensi e Barella, per citare la famosa conferenza sfogo di Dortmund - si può chiedere di più in termini di esperienza ad alti livelli. Se poi porterà pure alla vittoria, sarà la sintesi perfetta".

VIDEO - AUSILIO, MISSIONE A LONDRA FINITA: LE PAROLE DEL DS IN AEROPORTO

Sezione: Rassegna / Data: Gio 16 Gennaio 2020 alle 09:05 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print