Il consueto report annuale dello studio Deloitte Football Money League 2020, che riguarda gli affari del mondo pallonaro, sottolineano ancora una volta l'ascesa dell'Inter, solida al 14° posto ma con incremento del ricavo, sebbene le distanze con le big d'Europa restino ampie. Sventola altissima la bandiera del Barcellona, primo club a superare la vetta degli 800 milioni di dollari fatturato - segnala il Corriere dello Sport -. Al secondo posto nella classifica dei club più “profittevoli” del mondo c’è il Real Madrid (757,3 mln) che l’anno scorso era primo (davanti al Barca), al terzo si conferma il Manchester United (711,5 mln). A seguire ci sono Bayern Monaco (660,1 ml), Paris Saint Germain (635,9 mln), Manchester City (610,6 mln) e Liverpool (604,7 mln). Nella Juve che entra nella top 10 - è 10ª, l’anno scorso era 11ª - conta molto il fattore Cristiano Ronaldo. Il club degli Agnelli ha generato ricavi per un fatturato di 459,7 milioni di euro. Tra le prime 20 ci sono quattro società italiane, oltre alla Juventus (10ª), sono presenti anche Inter (14ª, ricavi per 364,6 milioni di euro: +30% è il maggior incremento di sempre), Roma (16ª) e Napoli (20ª). Il club giallorosso ha perso due posizioni. Nella stagione 2017-18 il fatturato era cresciuto del 46%, il 2018-2019 ha invece segnato un -8%".  
 
Pesa l'aspetto dei ricavi 'da stadio'. "La verità è che i soldi che arrivano dai biglietti dello stadio per le italiane sono comunque pochi: per Juve, Inter e Roma è una voce che incide per il 14%. Da segnalare che nessun club estraneo alle cinque grandi leghe (Inghilterra, Spagna, Germania, Italia e Francia) è presente nella top 20, e addirittura tra i primi 30 club gli outsiders sono Ajax (23°), Benfica (24°), Zenit di San Pietroburgo (28°) e Porto (29°): ma i fatturati di questi quattro club non arrivano a fare il solletico al fatturato del Barcellona".

Sezione: Rassegna / Data: Mar 14 Gennaio 2020 alle 10:23 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print