Le voci sulle reali intenzioni di Luka Modric continuano a dividersi. C'è chi sostiene che l'obiettivo del croato sia quello di restare a Madrid e di ottenere un ricco rinnovo e chi, come il Corriere dello Sport in edicola oggi, avvalora invece la tesi che l'addio del regista non sia una questione di soldi. Modric "non è alla ricerca di un ingaggio più alto e anche se il presidente Perez gli proporrà di firmare un nuovo contratto, più lungo e con uno stipendio più importante rispetto all’attuale da 10 milioni più bonus, il croato risponderà (almeno inizialmente) di no. Questa è la principale rassicurazione che per l’ennesima volta nelle ultime ore l’entourage del giocatore, ovvero ali agenti Fifa Vlado Lemic e Giuseppe Riso, ha dato alla dirigenza nerazzurra. A Madrid il centrocampista non ha più motivazioni perché dopo aver vinto 3 Champions in fila e 4 negli ultimi 6 anni, è consapevole che un ciclo sia finito. La certezza l’ha avuta quando è andato via Zidane, un allenatore che per lui stravedeva e al quale era legatissimo. Con Lopetegui c’è stato un contatto telefonico, ma non è rimasto particolarmente impressionato dal fatto di non essere stato inserito nell’elenco dei capitani della prossima stagione (Sergio Ramos, Marcelo, Varane e Benzema). Nella sua decisione, oltre a una diatriba con il Fisco spagnolo, ha influito anche l’addio di Cristiano Ronaldo, una partenza suonata come la pietra tombale sulle chances del Real di competere con il Barcellona, soprattutto perché non è (ancora) arrivato un sostituto all’altezza di CR7. Fosse stato per Perez un rimpiazzo del portoghese sarebbe già stato a Madrid perché il presidente voleva Neymar e, spifferi arrivati da Parigi, dicono che per averlo avrebbe sacrificato anche lo stesso Modric. Il Pallone d’Oro dell’ultimo Mondiale trattato come una contropartita tecnica. Per uno come lui inaccettabile". Un’ulteriore spinta verso la Milano nerazzurra arriva dal trovarsi come compagni tre connazionali, in particolare quel Sime Vrsaljko con il quale a Madrid andava spesso a cena nonostante la rivalità tra Real e Atletico. I due la scorsa settimana si sono trovati in vacanza e Sime è stato tra i primi a sapere del desiderio di Luka di seguirlo all’Inter. 

Sezione: Rassegna / Data: Dom 05 agosto 2018 alle 08:45
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
vedi letture
Print