Dalle colonne del Corriere della Sera, Mario Sconcerti stila la sua griglia di partenza per la prossima Serie A: "Juve, poi Inter, terza Roma, quarto Milan, quinta Lazio. C’è un errore evidente, manca il Napoli. È la squadra a cui non so dare un valore, è senza collocazione stabile tra il secondo e il sesto posto". A proposito dei nerazzurri aggiunge: "È come se Luciano Spalletti stesse costruendo una squadra che cerca di vincere da sola, con un gioco avventuroso, fatto di momenti, con tutti giocatori capaci di segnare da un momento all’altro. C’è poco equilibrio, c’è molta classe. Ma oggi l’equilibrio è saper segnare anche quando si gioca male. Mi sembra che l’Inter ci stia riuscendo. Ha uomini giusti per questo, da Lautaro a Keita, a Nainggolan, che aggiunti a Perisic e Icardi, Politano, portano subito una base di almeno venti vittorie per questa facilità di trovare lo spunto che apre al gol. Manca un grande regista nel mezzo, alla fine molto dipenderà dalla crescita di Gagliardini".

Sezione: News / Data: Ven 17 agosto 2018 alle 12:21
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print