Ex nerazzurro due volte, con una breve parentesi a metà anni '60 e a inizio anni '80, l'ex calciatore Antonio Sabato è stato intervistato da TMW, dove ha commentato quanto fatto ieri dalla squadra di Antonio Conte sul campo della Fiorentina: "Nel primo tempo la squadra di Conte ha fatto di più, poi con l'ingresso di Vlahovic la Fiorentina ha giocato meglio anche se per Lautaro c'era stata l'occasione del 2-0... I viola comunque mi sono piaciuti". 

Skriniar poteva essere espulso...
"Sì, ha fatto due-tre falli e ha rischiato il rosso. La Fiorentina, ripeto, ha giocato bene, vedo una squadra cambiata. L'Inter ha giocatori che fanno differenza, nel finale Barella ha regalato una palla eccezionale a Lukaku. Ora in ogni caso la Fiorentina deve pensare a fare un bel campionato. Sarei soddisfatto fossi in Prandelli". 

Questa Inter le da fiducia per lo scudetto?
"L'Inter è così, è particolare: fa un gran primo tempo e poi cala, non so perchè indietreggia, non conquista campo e poi paga e prende gol. C'è da dire che domenica c'è la Juve, una gara che può significare tanto. Se vinci li lasci lì e fai capire di esserci. Al contrario, siamo al solito copione" 

La situazione societaria dell'Inter in evoluzione: che ne pensa?
"I cinesi sono così e quando lo Stato decide di ridurre... Il calcio a loro interessa fino ad un certo punto, al popolo cinese non importa più di tanto e dunque lo Stato impone di ridurre i costi. Può anche passare di mano, la società è comunque appetibile, l'Inter ha blasone. Se dovesse passare di mano? E' chiaro non ci sono più i soldi di prima, nessuno mette più soldi a cascata... Magari ci sarà una generale riduzione ingaggi. Ma mi sento fiducioso perchè ripeto: l'Inter è l'Inter, nel mondo".

Sezione: News / Data: Gio 14 gennaio 2021 alle 04:30
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print