"La ripresa del campionato dopo la sventurata sosta azzurra certifica soprattutto il ritorno dell’Inter: da scudetto, di nuovo". E' quanto si legge oggi su La Repubblica, il giorno dopo il 3-2 con cui la squadra di Inzaghi ha imposto al Napoli la prima sconfitta in campionato, a poco meno di 24 ore dalla prima incassata anche dal Milan, l'altra capolista.

"Del resto lo scudetto - scrive Crosetti - lì sta, su quelle maglie. Probabile che Inter-Napoli
abbia mostrato quanto di meglio esista oggi in Italia. Sfida vorticosa, emotiva, gonfia di quella confusione (il finale, lunghissimo) che sa essere bellezza. Nonostante l’onda alta e orgogliosa del Napoli, la sera
del Meazza dice al campionato che l’Inter ha di nuovo tutto per difendere il titolo. Quattro punti di distacco sono niente. Simone Inzaghi vince il primo scontro diretto d’alta classifica della stagione, pur
partendo senza Dzeko. Il ritorno al gol di Lautaro dopo un mese e mezzo conforta i nerazzurri, che dominano il centrocampo con personaggi notevolissimi: Perisic, per una volta davvero totale, Brozovic (una costante) e soprattutto Barella".


La corsa al titolo, che sembrava affare a due fino a sabato, ora diventa allargata: "Molto diverse nella dinamica e nella trama, le cadute di Milan e Napoli incoraggiano pure la Juventus, sebbene da lontano (11 punti di distacco, ancora troppi ma non irrecuperabili), e ci dicono che il campionato non ha
padroni sicuri".
Sezione: News / Data: Lun 22 novembre 2021 alle 13:02
Autore: Mattia Zangari
vedi letture
Print