Mancano poche ore allo sbarco del presidente academico Víctor Blanco in Italia, dove parlerà con Diego Milito per mettere basi concrete al suo rientro. L’operazione sembra poter trovare un motivo di successo in più nella plausibile riconferma dell’allenatore Merlo, con cui il Principe ha un ottimo rapporto frutto della stagione vittoriosa del 2001. A distendere i rapporti ultimamente tesi fra il tecnico e almeno parte della dirigenza biancoceleste, perplessa di fronte ad alcune sue scelte tattiche e gestionali (fra cui l’allontanamento di Mauro Camoranesi), contribuiscono anche le voci circa l’esordio di un nuovo super-torneo argentino a trenta squadre previsto per gennaio 2015. Se verrà approvata questa formula, dopo le retrocessioni del prossimo giugno non ce ne saranno altre per almeno un anno e mezzo, quindi una volta scampato il pericolo imminente ci sarebbe tempo a sufficienza per lavorare alla costruzione della prossima squadra.

Proprio in chiave futuro, il nome circolato quale possibile sostituto di Milito all'Inter è quello di una delle giovani stelle che il Racing può vantare: Luciano Vietto. Appena 20 anni ma già una discreta esperienza tra i professionisti, l’attaccante di manovra è stato più volte avvicinato ai nerazzurri ma la sua partenza va inserita nel quadro più generale, e ancora da definire, delle probabili cessioni di fine anno. Sul piede di partenza, col rischio di smembrare la squadra invece che di consolidarla attorno alla figura del Principe, ci sarebbero infatti già almeno Bruno Zuculini (destinazione Manchester City, se non rinvita al 2015-16), Valentín Viola (che rientrerebbe allo Sporting Lisbona se non si trovassero i soldi per riscattarlo) e Rodrigo De Paul (che l’Udinese prenderebbe anche se per girarlo inizialmente magari al Granada).

La voglia di riportare a casa la punta dell’Inter, quindi, è tanta. Ma le variabili sono ancora tante e di non poco peso. 

Andrea Ciprandi

http://andreaciprandi.wordpress.com/

http://pilloleargentine.wordpress.com/

 

Sezione: News / Data: Mer 23 aprile 2014 alle 14:07
Autore: Redazione FcInterNews.it
Vedi letture
Print