La Fifa apre le porte alla svolta sull'eleggibilità per le nazionali: il Consiglio direttivo si prepara a votare la delibera in base alla quale si prepara a cadere il vincolo di rappresentanza di una sola Nazionale maggiore per i calciatori. Lo rivela il quotidiano El Pais, spiegando che la modifica nasce con l'intento di evitare che i giovani possono essere bloccati da una singola federazione con una semplice convocazione per una nazionale maggiore, evitando così casi come quello che ha visto coinvolto l'ispano-marocchino Munir El Haddadi, la cui convocazione con la Spagna per un'amichevole ha impedito al giocatore del Siviglia di disputare il Mondiale russo con il Marocco.

La bozza della nuova regola, riportata da El Pais, dice che un giocatore può richiedere un cambio di federazione anche se ha già giocato una partita internazionale A di qualsiasi disciplina calcistica con la sua attuale federazione se:

A) Al momento di giocare la sua prima partita ufficiale della competizione con la sua attuale federazione di qualsiasi categoria e disciplina calcistica, possedeva già la nazionalità della federazione che desidera rappresentare;

B) Al momento di giocare la sua ultima partita ufficiale di una qualsiasi disciplina calcistica con la sua attuale federazione, non aveva ancora compiuto 21 anni;

C) Ha giocato un massimo di tre partite internazionali A di qualsiasi disciplina calcistica con l'attuale federazione, sia in competizione ufficiale che non ufficiale;

D) Sono passati almeno tre anni da quando ha giocato l'ultima partita internazionale A di qualsiasi disciplina calcistica con la sua attuale federazione, sia in competizione ufficiale che non ufficiale;

E) Non ha mai partecipato a nessuna partita internazionale A nella fase finale di una Coppa del Mondo Fifa o di un torneo confederale (Europei, Coppa America, ecc.).

Sezione: News / Data: Ven 18 settembre 2020 alle 19:24
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print