Carolina Morace è stata protagonista oggi di un lungo intervento a Radio Anch'io Lo Sport. Argomento di partenza, le difficoltà vissute dal calcio in questo periodo caratterizzato dalla pandemia. "Il calcio femminile ma anche quello maschile sono in difficoltà - ha detto -. Pensiamo a quanti non lo seguono più a causa della pandemia. Il danno è enorme. Vanno tutti a giocare a tennis o padel. Il femminile, per svilupparsi, deve seguire quanto fatto negli altri Paesi. In Germania la Federazione dà 300mila euro l'anno ai club maschili affiliati, chi non è affiliato ne prende 700mila. Questa è la strada".

Poche, in ogni caso, le allenatrici presenti in Serie A rispetto al numero degli uomini (nove contro tre). "Serve qualcuno che scelga con più attenzione. Per essere donna e allenare bisogna avere un background incredibile, al contrario al di là di Ganz non ci sono uomini che hanno un passato agonistico importante", sentenzia la Morace.

Si passa alla situazione nella Serie A maschile, con il Milan di Pioli e l'Inter di Conte al momento contendenti per lo scudetto. "Sono due tipi di leadership diverse, io preferisco quella di Pioli ma non è detto sia quella vincente. Ognuno ha il suo carattere e la sua personalità. Il Milan ha fatto vedere sempre delle belle partite. Ce ne sono alcune fatte dalla 'Pazza Inter' in cui capisci che se non arriva col gioco ci arriva con la determinazione. Credo che oggi abbia qualcosa in più, anche se il Milan esprime un calcio minore", dice ancora l'ex attaccante azzurra.

In ultimo una riflessione sulla società attuale. "La nostra è una società omofoba e razzista - dice Morace -. Questo è agli occhi di tutti, particolarmente di chi come me ha vissuto all'estero. Succede nel calcio come nella politica o nel giornalismo. Tanto persone devono nascondersi, questo ci porta ad essere più indietro nelle diversità rispetto ad altri Paesi. Siamo un popolo abituato a giudicare. Questa è la mentalità che ci tiene un po' nel nostro 'mondino', il resto del mondo avanza nel rispetto delle diversità".

Sezione: News / Data: Lun 08 marzo 2021 alle 15:10
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print