Intervenuto ai microfoni di BBC Radio 5 live alla vigilia di Milan-Inter, l'ex nerazzurro Paul Ince ha avuto modo di ripercorrere con la memoria i derby vissuti a San Siro nei suoi trascorsi a Milano fra il 1995 e il 1997: "È come Manchester United-Arsenal paragonata a dieci anni fa, non è così importante come allora se consideriamo i giocatori in campo. La rivalità è unica e i tifosi sono molto appassionati. I milanisti sono noti come gli aristocratici mentre gli interisti sono i poveri. Le partite dovevano iniziare alle otto di domenica sera ma venivano sempre posticipate di dieci o quindici minuti perché c'era troppo fumo all'interno dello stadio a causa di fumogeni e petardi.

Non riuscivo a vedere neanche il mio compagno a centrocampo. Quei giorni erano fantastici, in campo affrontavo gente come Franco Baresi, Paolo Maldini e Alessandro Costacurta. È un peccato perché l'Inter è un grande club e occupa un posto speciale nel mio cuore, ma l'addio di Massimo Moratti il mese scorso è stato un duro colpo. Non sarà mai la stessa senza di lui".

Sezione: News / Data: Sab 22 novembre 2014 alle 23:02
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print