In occasione del Giorno della Memoria, l’Inter ha voluto rendere onore alle milioni di vittime dell’Olocausto. Stefan De Vrij, in rappresentanza della squadra nerazzurra, si è recato presso il Memoriale della Shoah di Milano portando in dono la maglia di Árpád Weisz, tecnico ungherese che fu alla guida dell’Inter prima dell’introduzione delle leggi razziali nel 1938. L’allenatore tentò varie volte di scappare dall’Italia ma non ricevette aiuto da nessuno. Weisz lanciò il giovane Giuseppe Meazza nel campionato italiano ma non riuscì purtroppo a fuggire dalla follia nazista. Insieme alla sua famiglia, venne infatti condotto nel campo di concentramento di Auschwitz senza fare mai ritorno.

La società ha voluto dunque onorare la memoria del tecnico ed anche il ricordo di tutte le vittime dell’Olocausto. Non casuale anche la scelta del numero sulla maglia donata, il 18 che in lingua ebraica ha lo stesso valore numerico della parola “Vita”. Un gesto che serve a non dimenticare gli errori del passato per evitare di ripeterli nel presente e nel futuro.


Michele Santonastaso 
Sezione: News / Data: Gio 27 gennaio 2022 alle 14:40
Autore: Redazione FcInterNews
vedi letture
Print