Nel corso di una lunga intervista rilasciata a La Repubblica, il centrocampista della Roma Daniele De Rossi rievoca la pessima spedizione dell'Italia ai Mondiali sudafricani di quattro anni fa. Il vicecapitano giallorosso fa mea culpa sia sul piano personale che collettivo: "Sono andato proprio male. Ma ero fuso, vuoto, bruciato dentro. Con la Roma in campionato avevamo rincorso l'Inter fino all'ultima giornata. Gli stimoli non tornavano.

In più quella spedizione non era proprio ben organizzata, anche perché il Sudafrica non ci dava libertà di spostamento. Dovevamo stare sempre attenti. Sì, dicevamo di essere concentrati sulla partita, ma in realtà avevamo fatto i calcoli, convinti di passare il turno. La testa era già avanti, ma i piedi purtroppo indietro. Non dico fossimo dei bugiardi, è che mentivamo anche a noi stessi". 

Sezione: News / Data: Ven 06 giugno 2014 alle 18:28
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print