Intervenuto ai microfoni di InterTV, il mister nerazzurro Antonio Conte analizza l'1-1 contro lo Slavia Praga.

Partita difficile, preparata bene dallo Slavia Praga. Primo tempo difficile, meglio nella ripresa.
"Non posso essere soddisfatto né del primo né del secondo tempo. Brutta prestazione, non abbiamo mostrato la nostra idea di calcio. Non alleno questo. Loro sono stati molto aggressivi. Noi ci alleniamo per superare queste situazioni. Dobbiamo crescere dopo un brutto pareggio, abbiamo fatto più di un passo indietro. Mi prendo la colpa di questa brutta performance. Non ho inciso né durante la partita, né nella preparazione. Mi dispiace, non lavoriamo per questo. Non esiste alcun piano B della palla lunga. Dobbiamo crescere, tatticamente e di mentalità. Dobbiamo essere stabili".

La difficoltà in manovra difensiva è sembrata dipendere dalla scarsa circolazione di palla.
"Ci alleniamo per queste situazioni, si è visto contro Udinese e Cagliari. Dobbiamo trovare soluzioni per superare il muro degli avversari. Lavoriamo sulla pressione, con giocate di prima, per arrivare al nostro obiettivo. Oggi lo abbiamo fatto poco, loro sono stati bravi, più bravi di noi in tutto. Hanno avuto più voglia, sono stati superiori. I ragazzi vanno lasciati sereni, stanno lavorando bene. Devo prendermi io la responsabilità, non sono stato bravo a incidere. Ma fa parte di un percorso, non arrivo con la bacchetta magica a cambiare tutto. Nelle difficoltà dobbiamo essere più stabili. Lo meritano i tifosi, che sono arrivati numerosi anche oggi".

Con l'ingresso di Barella e Politano si è visto un cambio di ritmo.
"Non mi piace parlare dei singoli. La squadra oggi è stata tutta sotto la sufficienza. E io sono quello col voto più basso. Nessuno oggi ha raggiunto il livello di sufficienza, e io ne sono molto, molto, al di sotto. E me ne prendo la responsabilità".

Sezione: News / Data: Mer 18 Settembre 2019 alle 00:11
Autore: Federico Rana / Twitter: @FedericoRana1
Vedi letture
Print