Prima che venissero spesi ben 75 milioni di sterline per l'acquisto di Virgil van Dijk, il Liverpool aveva pensato di portare in riva alla Mersey un altro difensore olandese, vale a dire Stefan de Vrij, in quel momento prossimo a svincolarsi dalla Lazio. Lo rivela Liverpool Echo, che dà il microfono a Ian Atkins, ex giocatore dell'Everton del quale è stato anche responsabile del reclutamento, che conosce De Vrij dai tempi del Feyenoord e ha rappresentato per lui una sorta di mentore. Atkins ha spiegato: "So che a un certo punto il Liverpool era molto interessato a lui. Il contratto di Stefan con la Lazio era scaduto e l'Inter era molto forte con lui e gli ha offerto un contratto importante, ma poi è arrivato il Barcellona. Il club gli aveva parlato e allora lui mi ha telefonato chiedendomi cosa avrei fatto. Gli ho detto che non avrei avuto la possibilità di andare a Barcellona tutti i giorni della settimana. Poi avevano Gerard Pique e volevano quattro difensori centrali; Stefan sarebbe stato uno di loro che sarebbe entrato e uscito. Poi, c'erano discussioni con il presidente: se fosse rimasto, l'allenatore sarebbe andato via. Io dissi al ragazzo di assicurarsi di non perdere l'occasione Inter per queste cose".

Sempre a proposito del Liverpool, Atkins ha aggiunto: "Il Liverpool gli aveva parlato, però sentivano che Van Dijk potesse giocare più di Stefan, ed avevano ragione perché a Jurgen Klopp piace pressare a metà campo e Van Dijk era un po' più mobile. L'ho detto a Stefan e lui ha accettato, riteneva che fosse giusto. C'era un certo interesse a prendere anche Stefan, ma non si è mai materializzato. Se il Liverpool avesse ingaggiato De Vrij e Van Dijk, sarebbe stata la migliore coppia in Europa".

Sezione: News / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 13:46
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print