Ai microfoni di TMW Radio, Antonio Paganin ha parlato delle strategie di mercato dell'Inter partendo dal nome di Christian Eriksen: "E' un giocatore che diventa funzionale per quello che cerca adesso l'Inter. Ad oggi cerca qualità, giocatori che possano risolvere le partite. Sa calciare molto bene le punizioni, sa calciare bene da fuori area. Il modulo in cui ha giocato al Tottenham non è un problema, per me Conte lo utilizzerà come interno di centrocampo. Il primo obiettivo era Arturo Vidal, che Antonio Conte lo aveva avuto alla Juventus. Ha bisogno di un profilo internazionale. Eriksen sarà interno di centrocampo, Conte non snaturerà il suo gioco, gli equilibri trovati. Può fare anche il trequartista e in caso di emergenza può fare la seconda punta. Piero Ausilio ha detto che l'Inter deve alzare il tasso tecnico, quindi mi fido di quello che ha detto. Vidal ti dà la parte fisica che l'Inter ha già. L'impressione è che Conte non rinneghi le sue idee ma sta cercando un profilo che può alzare la qualità e ti dia anche altre reti, per non affidarsi solo alla coppia Lautaro-Lukaku. Ed Eriksen lo fa".

Una battuta anche sull'intricata questione dello scambio Matteo Politano - Leonardo Spinazzola: "Avevano provato anche con Marcos Alonso e Emerson Palmieri. Politano non era indispensabile, rischiavi di soffocare un ragazzo che ha qualità. C'era la possibilità di gratificare il ragazzo e di arrivare ad un esterno che serve. Non vorrei che saltasse fuori una sorpresa. Questo repentino dietrofront non vorrei che nascondesse un altro obiettivo sulla fascia sinistra, che arriva dopo il viaggio di Ausilio a Londra".

Sezione: News / Data: Gio 16 gennaio 2020 alle 15:59
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print