"La gara contro l'Inter arriva in un momento topico per noi, è inutile negarlo". Lo spiega Gianfranco Zola nella conferenza stampa di Asseminello. "La vittoria sarà fondamentale, specie in virtù dei risultati odierni come la sconfitta del Chievo e quella di venerdì dell'Atalanta, anche se preferisco non guardare l'erba degli altri giardini. Dobbiamo guardare attentamente alla partita contro l'Inter e cercare a tutti i costi di tenere in mano le redini del gioco. Se, come contro il Torino, ci facciamo schiacciare entro i nostri venti metri, patiamo le pene dell'inferno, mentre quando ci mettiamo in testa di attaccare e prendere l'iniziativa, diventiamo un'altra squadra". Gli infortunati? "Ekdal ha l'influenza e spero possa recuperare in extremis, mentre Capuano ha ricevuto una botta in allenamento.

Sau soffre di un affaticamento muscolare. Noto con piacere i progressi di Diakité e Husbauer, ma devono ancora lavorare per essere al top della condizione ed essere alla pari del resto del gruppo". Chi teme dell'Inter? "E' ovvio che i giocatori che maggiormente temo sono i tre protagonisti dell'attacco, vale a dire Palacio, Icardi e Shaqiri. Sono in forma strepitosa e gli ultimi gol realizzati sono una conferma. E' pur vero che pecca in fase difensiva concedendo parecchio agli avversari, così come è accaduto a Glasgow. Una cosa è certa: voglio vincere la partita e non staremo a guardare". 

Sezione: L'avversario / Data: Dom 22 febbraio 2015 alle 19:47 / Fonte: TuttoCagliari.net
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print