Domani, Daniele Padelli ritroverà da avversario Handanovic, compagno di squadra a Udine, la domenica successiva in panchina a Napoli Rafa Benitez, l’allenatore che lo ha voluto a Liverpool. "A Udine ero vice di Samir, con lui era impossibile giocarsela, è uno dei due o tre portieri più forti d’Europa. Siamo in ottimi rapporti, ci sentiamo spesso, ma questa settimana abbiamo evitato...". Così parla alla Gazzetta dello Sport il poritere granata. "Il Toro è la mia occasione, il posto me lo devo guadagnare tutti i giorni: ce la giochiamo alla pari con Gomis e Berni, sto facendo bene.

Purtroppo contro l’Inter ci mancheranno diversi giocatori ma chi gioca gioca, anche se fuori ruolo darà il massimo. Sono quelle partite che nessuno vorrebbe saltare". E, a quanto pare, Padelli è un tifoso nerazzurro. "Lo dico piano, quasi per non fare uno sgarbo ai tifosi granata: da bambino tifavo Inter, potevo anche arrivarci visto che a 16-17 anni se ne parlava, ma ero lontano da casa e i miei genitori saggiamente mettevano al primo posto la scuola superiore poi il calcio, il divertimento".

Sezione: L'avversario / Data: Sab 19 ottobre 2013 alle 12:12 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print