Ma l'Inter avrebbe davvero la forza per andare a prendere Lionel Messi? Sì, perché il lavoro certosino di Suning ha creato un'impalcatura societaria solida, intraprendendo un percorso virtuoso. "Con Messi aumenterebbero i prezzi di abbonamenti e biglietti per una squadra che già da diverse stagioni è comunque la regina al botteghino in Italia - assicura Tuttosport -. Ma il club avrebbe poi un altro peso nella contrattazione delle sponsorizzazioni, a partire da quella di maglia che vedrà Pirelli uscire di scena il 30 giugno 2021. Con Messi la forza al tavolo dell’Inter sarebbe altissima e non sarebbe assurdo pensare a una richiesta superiore ai 50 milioni l’anno, visto che già ora Suning sta cercando un partner che garantisca almeno il doppio di Pirelli (19 milioni nell’ultima stagione, grazie al bonus Champions). Marotta - protagonista dell'affare Ronaldo alla Juve e dunque conscio di cosa comporti un'operazione del genere - domenica sera prima del derby è fuggito con il sorriso: «Messi? Nessuna risposta». L'ad per ora è concentrato su altri obiettivi, come Mertens a zero o i giovani Kumbulla Castrovilli. Ma se Messi dovesse davvero dire addio al Barcellona, l'Inter un tentativo lo farà. Difficile, come detto, ma gli Zhang hanno voglia di riportare il club in cima al mondo".

Insomma, tutto possibile. I costi? Il quotidiano torinese spiega: "Messi si può liberare a parametro zero dal Barcellona a fine stagione, vero. Ma non per venire in Italia - si legge -. La clausola, inserita nell’ultimo rinnovo e che darebbe al campione argentino di lasciare il Barcellona unilateralmente con un preavviso di 30 giorni, vale solo per i cosiddetti campionato minori, quindi non Liga, Premier, Serie A, Bundesliga o Ligue 1, tanto per citare le prime cinque d’Europa. Un dettaglio da non sottovalutare nel tirare le somme del costo di un’operazione davvero pazzesca. Perché dovendo pagare al Barcellona il prezzo del trasferimento non si può ipotizzare una cifra inferiore a quella sborsata dalla Juventus per Cristiano Ronaldo. Non tanto perché 100 milioni sia la giusta valutazione di Messi, quanto perché le circostanze sarebbero analoghe, ovvero un campione di caratura universale che preme per lasciare il club". E l'ingaggio? "Assegnandogli i 35 milioni netti a stagione, che è una delle ipotesi più basse, si deve calcolare un costo di circa 66 milioni di euro lordi. A meno che non si approfitti del decreto crescita che tasserebbe in modo inferiore arrivando a un loro di 51 milioni. Difficile però che Messi non adotti l’altra agevolazione fiscale, quella che consente di pagare appena 100mila euro per i redditti provenienti dall’estero (la stessa soluzione adottata da Ronaldo, peraltro) e in quel caso la Juventus e l’Inter non potrebbero risparmiare praticamente nulla. In definitiva, quindi, il costo più probabile dell’operazione Messi in Serie A varia tra i di 350 e i 365 milioni per quattro stagioni, quindi fra gli 86 e i 91 milioni di euro all’anno. Ma poi rinnovi di contratto con gli sponsor, aumento delle tariffe per i biglietti e vendita di gadget e magliette aumenterebero di sicuro gli introiti". 

VIDEO - DAL BARATRO AL TRIONFO, IL MERAVIGLIOSO DERBY DI TRAMONTANA

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 11 febbraio 2020 alle 08:15 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print