A margine del Social Football Summit, tenutosi a Roma stamattina, l'ex direttore sportivo dell'Inter, oggi al Bologna, Walter Sabatini ha parlato anche della sua esperienza a Milano con Suning, che gli aveva affidato il progetto sportivo dei nerazzurri e del Jiangsu prima di ricevere, qualche mese dopo, le sue dimissioni: "Con Suning non ho funzionato io. La proprietà è stata perfetta e io ho fatto errori. Non ho avuto pazienza, volevo costruire subito un'Inter da scudetto mentre loro volevano prima studiare meglio il calcio italiano. Avevano perfettamente ragione loro. Poi c'è stata una complicazione con il Jiangsu Suning, dove io ero responsabile. C'è stata qualche piccola defaiance, si sono inquietati, perché i cinesi si inquietano come gli italiani quando perdono. Però loro sono stati perfetti con me, io non lo sono stato con loro. Se tornassi indietro non rifarei gli stessi errori, mi è molto dispiaciuto".

Un aggiornamento anche su Zlatan Ibrahimovic, con il Bologna che si è messo in coda per ingaggiarlo: "Si tratta di un rapporto interpersonale tra lui e Sinisa Mihajlovic, la società non ha fatto nulla e si è messa alla finestra. Ibra ha detto che deciderà entro fine dicembre, ma è un loro rapporto esclusivo".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 21 Novembre 2019 alle 12:08 / Fonte: Con la collaborazione di Maurizio Pizzoferrato
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print