Tutto (o quasi) come un anno fa. L'Inter si ritrova ancora una volta a doversi sudare l'accesso in Champions League nell'ultimo turno di campionato. Una stagione strana quella nerazzurra, con la squadra che è apparsa per larghi tratti meritevole del terzo posto, e invece eccoci qui. Novanta minuti al cardiopalma: dodici mesi fa c'era da battere la Lazio all'Olimpico, stavolta l'avversario sarà l'Empoli a San Siro. E poco conta che attraverso diverse combinazioni, potrebbe bastare anche un pari o addirittura pure il ko: stasera niente calcoli, in campo si va per i tre punti. C'è da mettere da parte tutto quello che è stato, dai vari casi nati nello spogliatoio ai 2 punti sottratti da Abisso a Firenze. Spazio solo al campo, poi domani sarà un altro giorno e ci sarà tempo per processi e addii.

QUI INTER – Spalletti ha tutta la rosa a sua disposizione, un avvenimento più unico che raro in questa stagione ormai al tramonto. Il tecnico di Certaldo ritrova De Vrij, assente con ChievoVerona e Napoli, e lo rilancia al fianco di Skriniar al centro della difesa. Sugli esterni, a completare il pacchetto arretrato, gli affidabili D'Ambrosio e Asamoah. Vecino, dopo l'iniziale panchina del San Paolo, è in predicato per riprendersi una maglia come partner di Brozovic in mezzo al campo, con Nainggolan qualche metro più avanti. Politano a destra e Perisic a sinistra le ali a supporto di Icardi. L'ex capitano, infatti, appare in leggero vantaggio nell'ormai solito ballottaggio con Lautaro Martinez.

QUI EMPOLI – Qualche defezione, invece, per i toscani. Andreazzoli, in particolare, non recupera Krunic e lo sostituisce nuovamente con Acquah, che lo ha ben ripagato contro il Torino (addirittura anche un gol per il centrocampista ghanese). Per il resto, a parte i lungodegenti Antonelli, La Gumina, Diks e Polvani, l'allenatore azzurro potrà contare su tutti gli altri. Si va verso la conferma del 3-5-2, modulo tattico ormai consolidato. L'unico ballottaggio è quello in difesa tra Maietta e Veseli: in vantaggio l'ex veronese. Caputo, che non ha forzato come al solito in settimana, sarà regolarmente in campo e formerà con Farias una temibile coppia d'attacco.



PROBABILI FORMAZIONI:

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.
Panchina: Padelli, Berni, Miranda, Ranocchia, Cedric, Dalbert, Gagliardini, Borja Valero, Joao Mario, Candreva, Keita Baldé, Martinez.
Allenatore: Spalletti.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: nessuno.

EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Maietta, Silvestre, Dell'Orco; Di Lorenzo, Acquah, Bennacer, Traoré, Pajac; Caputo, Farias.
Panchina: Provedel, Perucchini, Rasmussen, Nikolau, Veseli, Pasqual, Capezzi, Brighi, Salih Uçan, Oberlin, Mchedlidze. 
Allenatore: Andreazzoli.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Krunic, Antonelli, La Gumina, Diks, Polvani.

ARBITRO: Banti.
Assistenti: Vuoto e Passeri.
Var: Giacomelli (Schenone).
Quarto uomo: Pasqua. 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - ELJIF ELMAS, IL DICIANNOVENNE CHE HA CONQUISTATO ISTANBUL

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 26 Maggio 2019 alle 08:15
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print