Stimmate da predestinato che fanno sorridere l'Inter. Parliamo di Lorenzo Pirola, unico calciatore classe 2002 protagonista in qualità di titolare nelle qualificazioni europee Under 21. Oggi pomeriggio il debutto del centrale 18enne di proprietà nerazzurra con l'Italia Under 21. Prestazione di personalità e 90 minuti da titolare che fanno gioire anche il Monza, club che l'ha prelevato in prestito il 5 ottobre dall'Inter. Merito di un blitz della coppia Galliani-Antonelli che ha anticipato la concorrenza di mezza Serie B (fra cui club come Lecce, Pescara, Spal e Frosinone) dopo che l'Inter aveva detto no all'offerta del Sassuolo. Gli emiliani avevano provato ad acquistarlo a titolo definitivo, offrendo 7 milioni di euro. Proposta alla quale i dirigenti nerazzurri hanno detto subito no. L'Inter crede tanto in Pirola, blindandolo non a caso fino al 2025 in Primavera. Rinnovo quinquennale necessario per allontanare le sirene estere, in particolare di Manchester United e Borussia Dortmund che avevano provato a soffiare il miglior difensore dell'Europeo Under 17 a Suning; senza dimenticare, tra l'altro, il tentativo di Paratici di vestirlo di bianconero. Ma Pirola ha scelto di non tradire l'Inter per la Juventus nonostante la ricca offerta bianconera. Niente da fare per tutte le pretendenti, il muro nerazzurro finora ha certamente retto. D'altronde l'Inter ci punta forte per il futuro così come Antonio Conte che crede tanto nel ragazzo e gli ha vaticinato un grande futuro anche pubblicamente. Oggi intanto un nuovo record per Pirola con l'Under 21. In attesa di vivere una stagione da protagonista in B con il Monza quello della Serie B è certamente il trampolino giusto nei professionisti per tornare all'Inter tra un anno e giocarsi le proprie chance.

VIDEO - È GIÀ JUVE-INTER ANCHE IN URUGUAY-CILE: BENTANCUR "AL GINOCCHIO" SU SANCHEZ

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 13 ottobre 2020 alle 22:27
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print