Intervista doppia ai canali di Globoesporte per Julio Cesar e Ricardo Kaká, due connazionali che hanno vissuto tanti derby di Milano da protagonisti sulle sponde opposte del Naviglio. Si parte, ovviamente, con i pronostici: "Due a zero per l’Inter", dice sicuro l'ex portiere nerazzurro. Contraddetto subito dal 22 rossonero:  "2-1 per il Milan".

La preparazione della stracittadina e l'anedotto di un derby vinto a distanza.
Kakà: "Ci concentravamo a Milanello. La sera c’era il biliardo e Dida giocava con Serginho. Noi assistevamo infastidendo con il tifo per uno o per l’altro. Restavamo lì per ore a divertirci e a chiacchierare".
Julio Cesar: "(Nel 2008-09 ndr) Il Milan era il nostro avversario diretto per la vittoria del campionato e perse fuori casa con l’Udinese. Io volevo andare in Piazza Duomo, dove i tifosi vanno a festeggiare. Mourinho non voleva andare, l’ho seguito fino in camera sua e gli ho detto che se non fosse andato non avrebbe più vinto un titolo nella sua carriera. Si è alzato, mi ha insultato, ha organizzato velocemente due pullman e siamo andati in piazza a festeggiare. Vincemmo la partita 3-0 (contro il Siena ndr)".

VIDEO - INTER-MILAN, TIFOSI NERAZZURRI FUORI DAL MEAZZA: CANTI E CORI PER IL DERBY

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 13:50
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print