All'Hotel Marriott di Milano è stato assegnato questa sera il Premio Gentleman 2012. I vincitori del premio principale sono Javier Zanetti, Alex Del Piero e Thiago Silva, ma tanti nerazzurri sono tra gli invitati, tra cui il tecnico Stramaccioni e l'a.d. Paolillo. Al capitano il Premio Gentleman, ad Andrea Poli il premio Rivelazione nerazzurra, premio Miglior gol a Diego Alberto Milito.  FcInterNews.it ha seguito in diretta gli sviluppi e le parole dalla serata in presa diretta con collegamenti dal Marriott.

ORE 23.55 - La serata si conclude, premiati tutti i nerazzurri.

ORE 23.27 - Una curiosità: simpatico spazio anche per il bambino Filippo, ormai una celebrità...

ORE 23.25 - Andrea Stramaccioni parla sul palco per il Gentleman: "Devo dire che mi è cambiata la vita grazie alla folle idea del presidente Moratti. Ora bisognerà chiudere il campionato da Inter, come sappiamo fare noi", ha detto il tecnico.

ORE 23.20 - Mario Corso, premio alla carriera per un indimenticato nerazzurro in questo momento.

ORE 22.53 - Andrea Poli ora premiato come miglior giovane dell'Inter.

ORE 22.40 - Premiato il capitano Javier Zanetti come San Siro Gentleman Serie A di quest'anno, ancora e sempre lui...

ORE 22.15 - Diego Milito è stato votato per il miglior gol, con il sinistro al Milan nel derby. Miglior gol rossonero invece a Nocerino.

ORE 22.00 - Capitan Javier Zanetti è passato in mix zone, ecco le sue parole raccolte sul posto: "Non so se Leonardo torna, non ne so veramente nulla. Il mio futuro? Voglio rispettare il contratto, poi nel caso continuerò se avrò ancora voglia. Mourinho? Gli ho inviato un sms, era molto dispiaciuto dopo questa semifinale, nella lotteria di rigori il Real è andato fuori ma il Bayern meritava questa finale". Come tecnico Zanetti non ci si vede: "Per niente, preferisco come dirigente perché vedo quello come profilo dove posso rendermi utile". Sulla terza stella per la Juventus: "Facciano quello che vogliono, se sono contenti. Noi non guardiamo in casa degli altri ma solo in casa nostra". Sulla sua forma fisica: "Oggi ho ripreso a correre, sto bene ma vediamo col dottore nelle prossime ore".

ORE 21.40 - Il capitano Javier Zanetti, fermatosi a Sky, parte dalla semifinale Champions di ieri: "Facevo il tifo per Mourinho e mi dispiace per lui, ma il Bayern ha meritato questa finale. Appuntamento con lui in Champions? Speriamo di arrivarci, ora dipende tutto da noi. Stiamo bene e ci proveremo fino alla fine. Non potrò centrare le 800 presenze con l'Inter subito, ma il prossimo anno spero di sì. Voglio continuare, non smetto e voglio essere ancora utile a questa società, credo manchi un po' per dire basta". Sulla questione della scrivania per il futuro: "Non è vero che ho detto quello, ho detto solo che preferirei fare il dirigente piuttosto che il tecnico". Una battuta su Stramaccioni: "Il mister ha portato entusiasmo, per ora i risultati ci stanno dando ragione e possiamo fare ancora molto bene. Poi a decidere sarà la società, ma il tecnico ha le capacità per continuare e sarebbe bello se andassimo in Champions".

Il futuro nerazzurro secondo Zanetti: "Bisogna dare spazio ai giovani, mi metto da parte (ride, ndr). A parte gli scherzi, ci vorrà un mix per fare un'Inter ancora più forte". Intanto arriva il derby: "Sarà un derby pesante, speriamo di arrivarci in buona salute". Il rapporto con Stramaccioni: "Gli do del tu ma lo chiamo mister, porto sempre rispetto. E' stato bravo a mettersi a disposizione per far bene subito, dimenticando il passato. Stramaccioni ha le idee molto chiare, ma porto rispetto anche per Gasperini e Ranieri che hanno tentato di fare il meglio. Noi proviamo a fare in campo quel che Stramaccioni ci detta, a volte riesce e a volte no". Ricky Alvarez migliora, Sneijder è al rientro: "Sono tornati e avete visto ieri che qualità hanno. Possono fare bene per l'Inter e aiutano a vincere le partite. Ora pensiamo a vincere le nostre partite".

ORE 21.20 - Anche El Shaarawy e il Milan sono presenti. L'attaccante rossonero parla del derby: "Il derby è sempre il derby - ha spiegato -. Non conta l'annata che hanno fatto perché è una partita a parte che proveremo a vincere".

ORE 21.00 - Ai giornalisti presenti, Andrea Ranocchia, oltre a ribadire i concetti precedenti, ha confermato: "Con Stramaccioni ci stiamo trovando veramente bene. Andare via? Non mi è mai neanche passato per la mente, voglio restare all'Inter". Chiusura su Prandelli e la maglia azzurra: "Non posso che augurarmelo, devo dire che ci spero nonostante una stagione difficile per me. Se arrivasse Prandelli all'Inter? Lo ripeto, non dipende da me. Decide la società come muoversi".

ORE 20.38 - Anche Andrea Poli, centrocampista nerazzurro, discute ai microfoni di Sky. E si parte discutendo della sua annata: "Con Stramaccioni mi trovo molto bene, è un allenatore che ha tanta voglia di far bene e si è visto subito che c'è una grande voglia. Questo è estremamente importante per una squadra. Vogliamo centrare il terzo posto e vincere tutte le partite, perché l'Inter merita obiettivi come questi. Il derby? E' una partita speciale, ma vogliamo vincerle tutte". La sua stagione è stata particolare: "Ho sofferto tanto per gli infortuni che mi hanno tenuto fuori per due mesi e mezzo, quasi tre, è stata dura trovare il ritmo ma ora penso solo a far bene senza pensare al passato. Ora voglio fare ancor meglio, devo dire grazie ai ragazzi che mi hanno aiutato veramente tanto".

In seguito, ai giornalisti presenti, Poli ha rivelato che il suo futuro sarà nerazzurro: "Ho già centrato le 15 presenze che servivano per il mio riscatto, rimarrò all'Inter. Stramaccioni è veramente l'uomo giusto per far bene con l'Inter", ha quindi chiosato.

ORE 20.30 - Arriva ai microfoni di Sky Sport 24, Andrea Ranocchia. Si parte discutendo delle scelte di Prandelli per l'Europeo: "Mi ha detto di avere fiducia, poi le scelte le farà lui e io le rispetto in maniera assoluta. La vittoria di ieri è importante, per noi era una finale. Siamo a tre punti dalla Champions e continuiamo a crederci. E' stata una stagione difficile, abbiamo cambiato tanti tecnici e ci sono stati tanti infortuni ma nonostante tutto siamo ancora lì e ce la giochiamo fino alla fine. Con Stramaccioni abbiamo ritrovato, entusiasmo, serenità ed i giusti equilibri, ma nessuno può dire se ci fosse stato dall'inizio dove saremmo adesso. La società gli ha dato fiducia e lui sta ricambiando sul campo con i risultati". Una battuta anche sul ritrovato Sneijder: "Wesley ha lavorato benissimo, lui è un campione e ora che è tornato in forma ci aiuterà tantissimo. Difesa? Sì, siamo migliorati molto. Abbiamo trovato equilibrio, stiamo lavorando molto anche sulle palle inattive per volontà del mister, lì soffrivamo parecchio".

Chiarezza sul futuro di Stramaccioni: "Questo lo deciderà la società, ora noi siamo molto sereni. Pensiamo solo al campo poi deciderà la società, credo che il tecnico ha la fiducia di tutti, dal presidente in giù". Chiosa finale su Bonucci: "Lo sento spesso, magari il prossimo anno faremo bene entrambi...".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 26 aprile 2012 alle 21:30
Autore: Fabrizio Romano
Vedi letture
Print