Steven Zhang è tornato a Milano. "Non metteva piede in Italia dagli inizi di marzo - ricorda oggi La Gazzetta dello Sport -: partì (prima per Londra poi per la Cina) subito dopo la gara con la Juve, alla vigilia del lockdown italiano e nel mezzo di polemiche calde su calendari e arresto del campionato che lo videro in prima fila".

Arrivato ieri sera alle 21 agli scali privati di Linate, oggi lavorerà in sede assieme alla dirigenza interista. "Pur essendo stato in contatto continuo, sarà la prima occasione per essere ragguagliato di persona su ogni sviluppo del club, dalla situazione economica con le ricadute dell’emergenza Coronavirus, ai programmi per la stagione che comincerà a settembre, all’avanzamento della questione stadio. Si farà anche il punto sul fronte sportivo, con il mercato da affrontare e poi la grande questione dell’allenatore e del progetto tecnico. Non sarà ancora tempo di decisioni, comunque, l’annata è tutt’altro che finita e Steven raccoglierà solo le informazioni, ma poi ogni discussione o scelta importante saranno rinviate a dopo l’Europa League", racconta La Gazzetta dello Sport.

Domenica la partenza per la Germania con probabile cena assieme alla squadra, quindi lunedì la semifinale contro lo Shakhtar Donetsk. Solo successivamente, nella speranza che non arrivi prima del 21 agosto, ci sarà il vertice decisivo con Antonio Conte. "Il ventottenne Steven - scrive la rosea - dovrà ascoltare le richieste del tecnico, capire quanto profonda è la frattura con lo staff dirigenziale, decidere quale strada imboccare per il futuro. L’incontro non sarà una formalità e la risolutezza del tecnico è lì a confermarlo. Se le posizioni saranno conciliabili, Zhang dovrà essere garante di una “pace” duratura, senza ricadute future. Se invece si arriverà alla rottura, dovrà mediare un’uscita dal “matrimonio” il più possibile soft, per l’ambiente e per le casse. Il tutto appoggiandosi all’a.d. Marotta, a cui ha sempre delegato le decisioni del lato sportivo. E forse confrontandosi a distanza col padre, anche se le cronache cinesi lo raccontano sempre più “pesante” e autonomo all’interno dell’azienda di famiglia".

VIDEO - LUKAKU HA RISATE PER TUTTI: CANDREVA A TAVOLA, GAGLIARDINI... ALLA PLAY!

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 13 agosto 2020 alle 08:18
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print