La prossima settimana potrebbe essere decisiva per capire il futuro della Serie A, ora stoppato dalla pandemia Covid-19. Tanti gli incontri in agenda, come già avvenuto nei giorni scorsi: si parte con l’assemblea della Lega Serie A di lunedì, seguita dal punto che giovedì la Federcalcio farà con tutte le parti in causa. Il giorno chiave potrebbe però essere venerdì, quando è in programma un incontro tra il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e il presidente della Figc, Gabriele Gravina. "Nell’occasione il ministro comunicherà le linee, anche sanitarie, da seguire per un’eventuale ripartenza per allenamenti e partite. Riprendere è l’imperativo per evitare fallimenti e sanzioni" spiega il Corriere della Sera, che poi elenca i tre nodi da sciogliere:

1 - Diritti-tv, manca l’ultima tranche
Sky e Dazn versano in totale ogni anno 973 milioni per i diritti della serie A. I club aspettano l’ultima tranche da 300 milioni dovuta l’1 maggio

2 - Stipendi, l’intesa ancora non si trova
Lega e Aic continuano a trattare sugli stipendi, ma le posizioni sono lontane. Così i club hanno avviato i colloqui con i giocatori per una soluzione interna

3 - Settimana chiave per la ripartenza
Venerdì il ministro Spadafora dovrebbe comunicare al presidente della Figc Gravina le linee guida per un’eventuale ripartenza a maggio

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 05 aprile 2020 alle 13:08 / Fonte: Corriere.it
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print