Parla ai microfoni di Rai Sport Alessio Cerci, obiettivo dell'Inter in vista del mercato di gennaio, dopo il successo per 1-0 degli azzurri contro l'Albania. Interpellato su un possibile approdo a San Siro, l'attaccante dell'Atletico Madrid esce allo scoperto aprendo le porte ad un trasferimento in nerazzurro: "Se mi chiama Mancini? È una domanda un po' scomoda. Dai, vediamo... Se n'è parlato molto in questi giorni, ora vediamo da qui a gennaio cosa succede con l'Atletico, se mi daranno il giusto spazio che merito, dato che sono andato lì per giocare, o se invece continuerò a rimanere fuori.

Io ho fatto gli ultimi due anni da protagonista a Torino e restando in panchina perdo la pazienza". Messaggio chiaro indirizzato a Simeone ma anche all'Inter e al suo nuovo tecnico. La pista nerazzurra rimane viva.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 18 novembre 2014 alle 23:36
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print