Alessandro Bastoni è il protagonista dell'intervista esclusiva confezionata da Sky Sport ad Appiano Gentile all'indomani della vittoria per 3-1 dell'Inter sul Torino. Si parte parlando dell'importanza di Antonio Conte nella giovane carriera del difensore nerazzurro: "Sicuramente Conte mi ha dato tantissimo, non so in quanti avrebbero avuto il coraggio di far esordire un 20enne in un grande club come l'Inter - dice -. Il nostro è un processo di crescita che stiamo portando avanti insieme, dobbiamo continuare tutti uniti sulla stessa strada".

Il 3-1 di ieri sera.
"E' stata una vittoria molto importante perché venivamo da due partite dove abbiamo fatto la prestazione ma non siamo riusciti a portare a casa i tre punti. Quindi dal punto di vista del morale ci ha fatto bene questo successo. Guardando la classifica, ora siamo al secondo posto e se non avessimo perso punti per strada potevamo essere più in alto. Però siamo al primo anno e sappiamo che c'è un processo di crescita in atto".

Il gap dalla Juve.
"Rompere il dominio della Juve non è una cosa facile che si ottiene in un anno. Noi cercheremo di crescere di stagione in stagione, siamo un gruppo di ragazzi giovani che ha tempo di fare grandi cose. L'obiettivo è guardare partita dopo partita cercando di vincerle tutte".

L'importanza di Petagna, giovedì avversario con la Spal, nella crescita di Bastoni.
"E' stato uno di quelli che mi ha preso sotto la sua ala, eravamo vicini di spogliatoio a Bergamo (all'Atalanta ndr): è un bravo ragazzo a cui voglio bene, ma in campo non farò sconti (sorride ndr)".

L'Europa League.
"Sicuramente è un nostro obiettivo, daremo il massimo in ogni partita anche perché ci aspettano sfide 'secche'. Come detto, dovremo guardare di gara in gara". 

Capitolo Nazionale.
"E' un obiettivo e un sogno allo stesso tempo: io sto facendo il mio percorso con l'Under 21, che sia l'Under o la maggiore darò sempre il massimo".

VIDEO - "VITTORIA MERITATA", MA QUALCUNO FA COMUNQUE ARRABBIARE TRAMONTANA...

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 17:50
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print