Christian Eriksen è destinato all'addio, Leandro Paredes è un desiderio di Antonio Conte. Difficile da realizzare ma non impossibile, secondo quando risulta a La Gazzetta dello Sport, con Antonio Conte, l’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Piero Ausilio sintonizzati sulla stessa (obbligata) frequenza riguardo gli investimenti. "Però, al netto di tatticismi, se davvero si riuscisse a dare ossigeno alla cassa, è chiaro che i dirigenti accontenteranno l’allenatore. Dipenderà dall’addio (o arrivederci) all’ingombrante Eriksen, che Mou riabbraccerebbe volentieri al Tottenham. Pochettino e Leonardo al Psg corteggiano, invece, Dele Alli: a quel punto, a chiudere l’incastro di prestiti sarebbe Paredes diretto a Milano. Un triangolo complesso, ma su cui sono al lavoro gli intermediari" si legge sul giornale.

A complicare le cose è la mossa dell’agente dell'ex Spurs, Martinus Schoots, che nella giornata di ieri ha presentato un’istanza di arbitrato al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni contro l’Inter per il pagamento di gran parte della sua commissione da 7,5 milioni stabilita un anno fa, quando il centrocampista si trasferiva a Milano. "All’Inter fanno sapere che saranno rispettati gli obblighi contrattuali, anche perché le antenne sono dritte proprio su quel reparto, il più delicato. Lì in mezzo un dato risalta più degli altri: solo 5 gol arrivano dalla mediana, mentre la Roma, rivale di domani, ne ha fatti 17. Non avrà certo fiuto sopraffino per il gol (13 tra Russia e Italia, 0 in Francia), ma Paredes amplierebbe il ventaglio per Conte: anche per questo, va tenuto d’occhio fino a fine mercato".

Sezione: Focus / Data: Sab 09 gennaio 2021 alle 08:22
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print