"Attaccato al muro. Che poi è ciò che succederà a quel qualcuno che non osserverà le regole del gruppo e di Captain Rano, Andrea Ranocchia, primo firmatario dei 10 Comandamenti-Inter". Ci scherza su - ma nemmeno tanto - la Gazzetta dello Sport. "Ad Appiano, zona spogliatoio, è comparso un nuovo muro, un pannello con due facce ben chiare: la prima vede il logo del club con scritto «Io amo l’Inter», l’altra è un cartello che poco alla volta tutti dovranno autografare. Un cartello solenne, in italiano con traduzione in inglese che va a formare un Decalogo, un 9+1 particolare e innovativo.

Trattasi di Patto, di Regolamento, di muro delle promesse, di Tre Moschettieri allargati, di faccia da mettere sempre. Il cartello da spogliatoio è roba antica, da Mago Herrera, che a volte si viene a sapere e a volte no. Ecco: qui sì. Perché qui c’è una bella idea dei giocatori che racconta il feeling creatosi nello spogliatoio. È stato un 'parto' di gruppo: i calciatori hanno apprezzato l’esempio del Dortmund e, d’accordo con tecnico e società, hanno stilato le 9 frasi più una, l’ultima, un repetita juvant: «Io amo l’Inter»". 

Sezione: Focus / Data: Dom 10 agosto 2014 alle 09:26 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print