"Era molto importante provare a vincere e fare più gol possibili per avere la possibilità di giocare un ritorno più tranquillo. Non è tutto fatto, ma è un bel passo in avanti. Il Ludogorets aveva voglia di fare bene davanti a una grande squadra come l'Inter. Dopo un avvio un po' lento abbiamo portato a casa il risultato". Ai microfoni di Sky Sport, Borja Valero analizza il successo esterno conquistato dai nerazzurri contro la squadra bulgara, nel match d'andata dei sedicesimi di Europa League. 

"Ora inizia un periodo in cui ogni partita è più difficile, le squadre si giocano tanto - aggiunge lo spagnolo parlando degli impegni cruciali che attendono la Beneamata -. Lo abbiamo provato sulla nostra pelle, in questo girone di ritorno abbiamo lasciato dei punti con squadre che avevamo battuto all'andata. Le distanze in vetta sono minime, noi dobbiamo fare più punti possibile per essere lì, fino alla fine, ad avere le nostre possibilità. Vogliamo rompere le scatole a tutti. In questo momento la differenza la può fare il gruppo. Dobbiamo essere uniti. Ci sono tanti impegni, ognuno ha il suo piccolo spazio e deve dare il suo per la squadra".

L'ex Villarreal, quindi, fa un'analisi sul suo rendimento stagionale: "La mia annata era iniziata con un po' di difficoltà, non avevo spazio. Ma ho lavorato tantissimo, gli infortuni mi hanno aperto un po' la strada e io ho dimostrato di essere al livello della squadra. Sono contento perché questo per me è importante, ho tanti e rinnovati stimoli".

La chiacchierata, infine, si sposta su Eriksen: "È un giocatore davvero importante. Ci avevo già giocato contro in passato, soffrendolo: speriamo possa dare il suo contributo in questo finale di stagione". 

Sezione: Focus / Data: Ven 21 Febbraio 2020 alle 18:18 / Fonte: inter.it
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print