Altro, duro intervento di Marcelo Ferreyra. L'agente di Fredy Guarin ha parlato a Caracol Radio, in Colombia, aggiungendo ulteriori dettagli alle dichiarazioni rilasciate ieri in Italia. "Avevo parlato con Mourinho e so che lo avrebbe voluto. Fredy non voleva lasciare l'Inter e non aveva chiesto la cessione, anzi. A Milano era felice. Ci era stato promesso il rinnovo il 30 giugno 2013, poi tutto si era fermato per il cambio di proprietà. A metà gennaio, poi, la società mi ha chiamato per avvisarmi dell'accordo con la Juventus e sono arrivato in Italia. Tutto è stato poi bloccato per la protesta dei tifosi, visto che tra quelli dell'Inter e della Juve c'è una grandissima rivalità. Il problema è che a noi nessuno ha più detto nulla e ora è difficile tornare a lavorare con un allenatore che ti ha chiesto se puoi andartene per aiutare il club. E' chiaro che tutti nella società avevano approvato lo scambio (con Vucinic, ndr). Fredy è apprezzato in tutto il mondo, meno che nell'Inter: non so perché! Son passati 7 giorni ormai, nessuno si è fatto sentire: forse c'è un motivo che non conosciamo. Chi mi garantisce che la famiglia di Fredy non venga ancora aggredita come già successo? Non ci sono molte squadre nel mondo del livello dell'Inter e io non lo porterò in un club inferiore. Vogliamo rispetto".

 

Sezione: Focus / Data: Mer 29 Gennaio 2014 alle 10:00 / Fonte: caracol.com.co
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print