"L'esposto della Juve è successivo all'avvenuta prescrizione. Da parte di Palazzi nessun ritardo. Noi rimaniamo alla sentenza di Napoli e alla decisione del Tnas che rimangono di una chiarezza assoluta. La Figc non ha figli e figliastri al di là dei giri di valzer delle opinioni, i fatti ci danno ragione: ci dicono che la decisione del luglio è di grande competenza".

Così Giancarlo Abete risponde ad Andrea Agnelli che nei giorni scorsi aveva accusato la Federazione di aver valutato con ritardo l'istanza presentata dalla Juventus in tema scudetto 2006. Sempre a proposito delle polemiche degli ultimi giorni, Abete aggiunge: "La Figc non ha i milioni di tifosi delle società e il suo ruolo è quello di far rispettare le regole. E le regole della Figc sono all'interno di un ordinamento nazionale e internazionale. In ogni caso prima bisogna approfondire il contenuto delle regole e poi va considerato l'effetto della modifica".

Sezione: FOCUS / Data: Lun 21 novembre 2011 alle 10:29 / Fonte: Radio Anch'io - Radio 1 Rai
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print