Ormai è praticamente tutto fatto. Mancano solo da limare gli ultimi dettagli e da apporre la firma sul contratto. Poi verrà certificato il rinnovo dell’intesa tra Andrea Ranocchia e l’Inter. Secondo quanto appurato da FcInterNews, tra un paio di settimane o poco più il difensore umbro si legherà ufficialmente alla società di Corso Vittorio Emanuele II ancora per altre due stagioni, con uno stipendio leggermente inferiore a quello attuale: 1.5 milioni di euro all’anno, anziché gli 1.7 percepiti ora. Fondamentali, per la buona riuscita dell’affare, la volontà del numero di 13 di restare a Milano, la sua capacità di rispondere sempre presente quando chiamato in causa e anche ovviamente l’importanza ricoperta all’interno dello spogliatoio nerazzurro, dove di fatto Ranocchia viene considerato come un capitano e come uno dei simboli dell’interismo che vuol tornare grande. Da non sottovalutare inoltre il possibile maggiore apporto tecnico, e di presenze sul verde, col quale potrà contribuire alla futura Inter.

Non è un segreto che Ranocchia sia stimato da Luciano Spalletti ma anche dal possibile subentrante Antonio Conte (i due hanno lavorato insieme in passato e il mister salentino aveva specificatamente richiesto il suo tesseramento ai tempi della Juventus) e che in un’ipotetica difesa a tre, con quindi la necessità di almeno 5, se non 6 difensori centrali in rosa, ci possano essere maggiori possibilità di scendere in campo. In questo caso, quello di un eventuale nuovo sistema di gioco, si resta chiaramente nell’ambito delle ipotesi. Mentre quella che prevede la permanenza di Ranocchia in nerazzurro, a meno di colpi di scena dell’ultimo minuto, si tramuterà ben presto in una realtà più che concreta.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - PEDRO DE LA VEGA, LA NUOVA PROMESSA ARGENTINA 

Sezione: Esclusive / Data: Mer 10 Aprile 2019 alle 18:16
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print