Michele Di Gregorio, portiere classe 1997, vincolato all’Inter da un contratto fino al giugno del 2022 ma in prestito al Pordenone in Serie B nel corso di questa stagione, sta facendo parlare di sé per le sue prestazioni. Dopo due anni di Serie C (a Renate e a Novara) ecco la meritata B, appunto, a Pordenone. Fino ad oggi, lo score parla chiaro: 21 presenze per 1890 minuti in campo. A cavallo tra dicembre e gennaio, i primi rumours di mercato: Torino e Parma starebbero monitorando le prestazioni dell’ex canterano nerazzurro in vista della prossima stagione. Detto dell’interesse del club ducale, che nel corso del mercato invernale ha avuto bisogno di intervenire nel ruolo per sopperire alla mancanza dell’infortunato Luigi Sepe (alla fine è arrivato Ionut Radu, in collaborazione con l’Inter, via Genoa), ecco spuntare il club granata.

Da questo punto di vista, FcInterNews.it rivela come è nato l’interesse del club del presidente Urbano Cairo per Di Gregorio. Il Torino, infatti, ha a Pordenone un suo giocatore in prestito: Leonardo Candellone, attaccante classe 1997. Gli osservatori granata, presenti alle gare della squadra allenata da mister Attilio Tesser, hanno avuto modo di scrutare da vicino le prestazioni di Di Gregorio, apprezzandone le doti e le qualità di estremo difensore. Il suo nome, dunque, è finito così sul taccuino granata. Per ora la situazione è questa: poi, a fine stagione, si capirà quale piega potrà prendere, anche in considerazione dei programmi dell’Inter e quelli del portiere.

VIDEO - DAL BARATRO AL TRIONFO, IL MERAVIGLIOSO DERBY DI TRAMONTANA

Sezione: Esclusive / Data: Mar 11 Febbraio 2020 alle 19:08
Autore: Giuseppe Granieri
Vedi letture
Print