Adesso l'Inter è davvero una squadra che fa paura alle avversarie e che può ambire anche alla conquista dell'Europa League. La Gazzetta dello Sport ne è convinta e lo spiega in modo approfondito.

Si parte dalla difesa. Secondo la rosea, il pacchetto arretrato nerazzurro ha raggiunto livelli top. Dalla certezza Handanovic alla rivelazione Bastoni (a 21 anni sembra un veterano ma a Gelsenkirchen ha giocato la prima partita europea da titolare): il reparto, non a caso, non incassa gol da ben 5 gare consecutive.

Salito di livello anche il centrocampo dove, in particolare, si segnala la crescita esponenziale di Barella che col Getafe ha dimostrato di essere "il gigante del centrocampo, una certezza che - come Bastoni - fa sorridere anche il c.t. Mancini". Nota molto positiva anche l'impatto avuto da Eriksen, entrato subito nel match e autore del raddoppio: "E ora deve prendere per mano l’Inter, con la qualità del top player", spiega la Gazzetta.

Infine, l'attacco. Lautaro si sta ritrovando, Lukaku non stupisce più. Il plus rispetto alla prima parte di stagione è dato da Alexis Sanchez, da ieri tutto dell'Inter e alternativa di lusso al tandem titolare. "Solo qualche mese fa era impensabile che Sanchez restasse: poche partite, il lungo infortunio, la difficoltà a rientrare in forma, un ingaggio mostruoso (12 milioni l’anno). E invece il post lockdown ha ridato un nuovo Alexis, molto vicino a quello che faceva meraviglie in Europa e col Cile", conferma la rosea.

Sezione: Copertina / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 08:49 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print