I quotidiani odierni sono concordi sul fatto che Antonio Conte resterà sulla panchina dell'Inter. La società "non ha nessuna intenzione di esonerare Antonio Conte", scrive il Corriere della Sera, che riporta di un confronto negli spogliatoi tra tecnico e squadra dopo il k.o., "una sorta di chiamata alle armi, un’invocazione a non mollare mai, a invertire la rotta, senza far drammi".

Serve però che a farlo siano per primi i calciatori. "Contro il Real la formazione titolare aveva solo due giocatori diversi rispetto alla stagione scorsa, Hakimi e Vidal, entrambi disastrosi - riporta il quotidiano -. La preparazione striminzita non spiega tutto, la sfortuna neppure, gli impegni con le Nazionali neanche. La flessione da fine ottobre è lampante, le gare con Torino e Real Madrid lo testimoniano. Non è da Inter perdere in modo remissivo".

Due le punture per il tecnico a livello di rosa: le prestazioni di Vidal e la gestione di Eriksen. "Il danese è sul mercato, l’ha certificato pure Marotta e i miseri 4 minuti giocati con il Real. Finché resterà sarà una presenza ingombrante per Conte, costretto a difendersi dal fuoco per i risultati che non arrivano e l’utilizzo di un unico modulo. I tifosi, soprattutto quelli di memoria corta, ne chiedono le dimissioni. L’allenatore non ci pensa proprio, convinto di poter uscire dalla situazione e lottare per il campionato".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 27/11/2002: POKER AL NEWCASTLE, RECOBA CHIUDE CON UN COLPO STRABILIANTE

Sezione: Rassegna / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 09:48
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print