Continua a tenere banco il discorso sul taglio degli stipendi dei calciatori e lo scontro diventa durissimo tra la Lega e l'Aic. I club, nella giornata di ieri, hanno raggiunto un accordo sulle modalità dei tagli sugli ingaggi (unica astenuta la Juventus che aveva fatto da sé), ma dall'Assocalciatori è arrivata un'accusa pesante alle società, che intendono non pagare le mensitlià di marzo e aprile ed, eventualmente, anche maggio e giugno. Il massimo possibile. La conferma che la trattativa con l'Aic aveva subito una brusca frenata già nei giorni scorsi. Senza accordo, secondo la Gazzetta dello Sport, si procederà con la contrattazione autonoma dei club coi propri tesserati. 

Sezione: Rassegna / Data: Mar 07 aprile 2020 alle 09:55 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print