La Gazzetta dello Sport, dopo 3 gol in 4 partite, sottolinea i meriti di Mauro Icardi in Champions League. "Nella miriade di calciatori che hanno debuttato in Champions League dalla prima edizione del 1992-93 a quella di quest’anno, ce ne sono altri 44 che come l’argentino, da debuttanti nella competizione, sono andati a segno in tre partite su quattro. Ma c’è anche qualche meteora nell’elenco, allora forse è bene restringere il campo a chi la storia della Champions l’ha fatta davvero. Icardi è nella scia dei migliori. Di più: la sua impresa – contro squadre come Tottenham, Psv e Barcellona, non formazioni «occasionali» – non è riuscita a gente come Cristiano Ronaldo e Leo Messi, per inciso i primi due cannonieri di sempre del torneo. E ancora: dei 10 migliori marcatori di sempre della Champions, solo Henry, Benzema e Shevchenko avevano iniziato a mille giri come Icardi è riuscito a fare con l’Inter".

Statistiche che spesso lasciano il tempo che trovano, ma che in questo caso sono indicative per una crescita evidente di Maurito. "Mauro è un treno in corsa che fa poche fermate: dal gioiello al Tottenham con cui sbloccò se stesso e la stagione dell’Inter in poi, l’argentino ha segnato in 7 delle 9 gare giocate, saltando l’appuntamento solo con la Sampdoria e al Camp Nou - evidenzia la rosea -. La Champions, più che risultare un esame da superare, per lui si sta rivelando un trampolino. Sensazione? Difficilmente la prossima estate non ci saranno squadre disposte a pagare la clausola per portarlo via dall’Inter. E, rinnovo o no, starà a lui decidere se confermare la sua storia d’amore con Milano".

VIDEO - ICARDI ACCIUFFA IL BARCELLONA, TRAMONTANA SI SCATENA

Sezione: Rassegna / Data: Gio 8 Novembre 2018 alle 09:33 / articolo letto 9616 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni