Mercato di gennaio senza ansie: l'Inter vola e non esistono necessità. Il Corriere dello Sport riferisce come sia stato messo in stand-by anche l'affare-Ramires: "Sarà Suning a decidere, fermo restando che non è stato Spalletti a chiedere il brasiliano, ma che si è trattato di un’occasione - si legge -. La verità è che, al momento, le cose girano talmente bene che non si vuole correre il rischio di alterare equilibri faticosamente raggiunti. Non a caso, l’idea di aggiungere un difensore centrale è stata accantonata. Ranocchia continuerà a fare il vice sia di Skriniar sia di Miranda, e in caso di necessità verranno precettati da centrali D’Ambrosio o Santon. Spalletti preferisce così, piuttosto che aggiungere tanto per aggiungere.

Qualche novità ci potrà essere solo a centrocampo, anche a prescindere da Ramires. Tutto, però, è legato al destino di Joao Mario, che, davanti al pericolo di perdere il Mondiale, potrebbe spingere per un’uscita a gennaio. L’Inter non chiude la porta, a condizione, però, di non andare incontro a minusvalenze. Ecco perché la soluzione finale potrebbe essere uno scambio, di cartellini o semplicemente di prestiti. Con chi? Con Pastore del Paris Saint-Germain oppure con Mkhitaryan del Manchester United, ultimamente fuori dalle scelte di Mourinho".

Sezione: Rassegna / Data: Mar 12 dicembre 2017 alle 10:12 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print