Si vocifera di un addio a giugno di Marco Branca dopo 11 anni da Dt all'Inter. Tuttosport riassume le operazioni, felici e non, dell'ex attaccante. "Ma sono stati più i colpi o le bufale sotto la gestione Branca? Difficile fare un bilancio preciso perché a volte si è messo in mezzo Moratti (è stato lui a completare lo scambio Eto’o-Ibrahimovic col Barcellona o a sbloccare altre operazioni che altrimenti sarebbero rimaste impantanate, vedi Milito-Thiago Motta con il Genoa); mentre alcuni giocatori che hanno fallito clamorosamente - Quaresma su tutti - sono stati richiesti esplicitamente dai tecnici al comando (in questo caso Mourinho). Sicuramente fra i “più” di Branca vanno segnalati Cruz, Maicon (indicato però da Mancini che convinse molti suoi “uomini” a sposare il nerazzurro, vedi Mihajlovic, Veron, Favalli e Stankovic), Sneijder o Handanovic; mentre sono da dimenticare - per costo o rendimento - gli arrivi di Van der Meyde, Luciano, Suazo, Forlan, Zarate (arrivato in prestito oneroso con diritto di riscatto a fine estate 2011; la stessa formula che utilizzò il Napoli per ingaggiare poche settimane prima Cavani, nel mirino nerazzurro, dal Palermo) e Pereira (12,2 milioni!).

Da sottolineare lo scambio Carini-Cannavaro con la Juventus e il primo acquisto di Branca da dt, quello del senegalese Fadiga che però non superò le visite mediche per problemi cardiaci. Infine, due i tecnici indicati personalmente a Moratti: Benitez e Gasperini. Sapete tutti com’è finita...".

Sezione: News / Data: Sab 01 febbraio 2014 alle 21:50 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print