Tornato in Italia dopo la fine amara dell'esperienza con l'Esteghlal, Andrea Stramaccioni parla ai microfoni di Sky Sport rivivendo positivamente l'avventura in Iran, dove ormai era diventato un beniamino del tifo: "Era un primato che mancava da sei anni, poi per via delle difficoltà oggettive abbiamo avuto un inizio difficile. Ma in questo incide anche la situazione politica dell'Iran con le sanzioni che non permettono al Paese di esprimersi al 100%. L'esperienza rimane positiva, poi ho visto questa incredibile tifoseria. E' un grande onore aver allenato una squadra con una tifoseria così grande e che mi sta tributando questo riconoscimento che mi rende orgoglioso".

Stramaccioni parla anche dell'attualità italiana, partendo dal primato in classifica dell'Inter: "Lo vivo con grandissima felicità, il mio nome anche nel resto del mondo viene associato all'Inter. Mi dà una grande gioia vederla lì in vetta, domani sera si gioca una grande partita ma sono fiducioso perché San Siro dà una marcia in più. Anche con una big come il Barcellona l'Inter a San Siro può tutto. Contatti dall'Italia? Voglio chiarire questa cosa perché qualche maligno aveva detto che dietro la mia scelta c'era la volontà di accettare qualche offerta ma non è assolutamente vero. Io all'Esteghlal tornerei domani per continuare il mio lavoro e per quei tifosi straordinari".

VIDEO - INTER-BARCELLONA, L'ALLENAMENTO DELLA VIGILIA: SENSI DA SOLO, CANDREVA IN GRUPPO E IL LAVORO DEI PORTIERI

Sezione: News / Data: Lun 9 Dicembre 2019 alle 14:49
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print