Janez Jansa, premier della Slovenia, si scaglia contro il suo connazionale Aleksander Ceferin, presidente dell'Uefa, per via della decisione di non fermare in tempo le competizioni europee prima dell'esplosione dell'emergenza Covid-19: "Non fermare le partite di Champions è stato un atto irresponsabile che ha contribuito a diffondere il virus in Europa, basta pensare ad Atalanta-Valencia e ai morti che ci sono in Italia e in Spagna", dichiara Jansa alla tv di stato Rtv Slovenija

Sezione: News / Data: Mer 08 aprile 2020 alle 19:06
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print