(ANSA) - PERUGIA, 29 DIC - "In altri Paesi sono rigidi, qua il guinzaglio è troppo lungo e si avvertono meno le regole": Alessandro Nesta, allenatore del Perugia, è intervenuto sugli episodi si violenza e di razzismo nel mondo del calcio. Lo ha fatto nella conferenza che precede l'impegno sul campo della Cremonese. Per Nesta comunque quello del razzismo è "un problema sociale" non legato solamente al calcio. "Nella quotidianità c'è poca tolleranza", ha rilevato l'ex difensore della Nazionale. "Negli ultimi anni ho vissuto all'estero - ha aggiunto -, e lì ti puniscono se fai alcune cose. In America se ti permetti di dire una parola fuori posto a una persona di colore ti arrestano, non ti puoi permettere. Lì avverti più le regole - ha concluso Nesta -, qua di meno". 

Sezione: News / Data: Sab 29 dicembre 2018 alle 21:42
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print