"Prima o poi doveva capitare. Il calcio cambia, l'economia cambia. E ormai è difficile stare al passo: i costi sono lievitati in maniera insostenibile per tutti quei presidenti che nei loro club hanno investito denaro, ma anche affetti. Ciò che sta accadendo da noi l'abbiamo già visto in Inghilterra: a un certo punto lì sono arrivati industriali stranieri e si sono presi tutto". Così Sandro Mazzola, intervistato da La Repubblica, commenta l'ingresso nell'Inter di Erick Thohir: "Ma Massimo Moratti non ha ceduto l'intero club, attenzione - spiega l'ex bandiera nerazzurra -. Lui mantiene ancora il 30%, il che vuol dire che la sua presenza nell'Inter ci sarà ancora. E sarà fondamentale nei prossimi mesi: i nuovi proprietari hanno bisogno dell'esperienza di Moratti e lui la metterà a disposizione. Inoltre non conosciamo ancora bene tutte le clausole dell'accordo, magari ce ne sono alcune che in futuro potrebbero garantire un mutamento di scenario. Quindi aspettiamo a dare per chiuso tutto. Secondo me la storia di Moratti con l'Inter non finisce oggi".

Di Thohir in realtà si sa poco, anzi in giro c'è qualche perplessità sul suo conto: secondo lei è affidabile?
"Aspettiamo e vedremo. Ma qui c'è stata una trattativa lunga sei mesi e Moratti si è fidato: evidentemente i nuovi proprietari non sono degli sprovveduti. Se vogliono fare le cose per bene, e non vedo perché non dovrebbero, saranno un valore aggiunto per l'Inter".



A Moratti i tifosi interisti riserveranno eterna gratitudine, è logico. Ma secondo lei il presidente ha commesso qualche errore di troppo durante la sua gestione?
"Non conosco persone infallibili: se non vuoi commettere alcun errore devi rimanere fermo, e non è stato il caso di Massimo. Che comunque ha fatto bene la maggior parte delle cose in 18 anni di presidenza".

L'ha già sentito? Lo chiamerà?
"Ora non mi sembra il caso. Magari più avanti. E comunque di solito ci sentiamo per altre cose, io e lui".

Sezione: News / Data: Mer 16 ottobre 2013 alle 21:00
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print